SEGUICI
NEWSLETTER
CONTATTACI

SGS Architetti Associati
via Francesco Nullo 14, 20129 Milano, Italy
T +39 02 710 402 78
F +39 02 752 801 12

info@sgsassociati.com

 

Questo appartamento per vacanze è situato in un villaggio vicino a Bormio, circondato dal tipico paesaggio alpino. È composto da due piani, con finestre e terrazzi che si affacciano sulla valle. La zona giorno si sviluppa intorno al camino bifacciale, che costituisce il cuore dell'appartamento. Da un lato ci sono la cucina e la sala da pranzo, e su un altro c'è il soggiorno. Entrambi gli spazi si affacciano sul terrazzo. Sullo stesso piano si trova una stanza degli ospiti. Al secondo piano dell'appartamento si sviluppano le due camere da letto con i loro bagni, caratterizzate da una illuminazione zenitale, resa possibile da grandi aperture realizzate sulla copertura. L'intero progetto è caratterizzato dall’uso materiali naturali, quali il legno e la pietra, e da una uniformità cromatica.

 

SHARE AND PRINT

design by Attilio Ladina, Luca Alessandro Amendola e Gianluca Geroli

Presentata come prototipo al fuori salone del mobile 2015, la Gigi Lamp viene riproposta, in concomitanza con l’edizione 2018, in una nuova versione: il diffusore non è più in policarbonato ma è realizzato in alluminio dai colori pastello che vanno dal giallo al Tiffany fino al nero, la struttura è disponibile sia cromata lucida che ottone e la fonte luminosa è doppia, orientata sia verso l’alto che verso il basso. Un oggetto nella sua essenzialità ricco di incanti e suggestioni. La forma a clessidra rimanda all’archetipo di un oggetto senza tempo e i materiali lo rendono contemporaneo e tecnologico grazie all’utilizzo di una fonte luminosa modulabile a LED. Gigi non è solo una lampada, ma anche un omaggio, una dedica a Gigi Scagliotti, interior designer, socio ma prima ancora amico.

 

 

Il brief iniziale era quello di creare un ritrovo divertente e innovativo al 7th Avenue South a Manhattan, dove l'autentico comfort food italiano fosse riconoscibile in ravioli e altri piatti di piccole dimensioni serviti con bevande del Bubbles Bar. Nel design abbiamo utilizzato un blu verde acqua che domina lo spazio, il legno per alcuni elementi architettonici e un marmo luminoso per il bar e i tavoli. Come materiale d'accento abbiamo aggiunto del bronzo spazzolato e tessuti con una trama geometrica di metà secolo.

 

Milano Unica: Save the Planet è uno slogan ecologista e visionario che riporta l'attenzione sui cardini fondamentali della vita: l'Acqua, 1'Aria e la Terra.

Milano Unica vi dedica la sua ricerca delle tendenze Primavera-Estate 2019 attraverso la creatività applicata ai temi dell'Acqua, dell'Aria e della Terra. Lo fa accostando tali elementi a tre tipologie di personaggi: il grande oceanografo francese Jacques Cousteau che ha portato avanti, in tempi non sospetti, battaglie ecologiste per il rispetto della flora e della fauna marina; il ballerino russo Rudolf Nureyev con la sua danza aerea, leggera e poetica nello spazio boreale e infine i Masai, un popolo nomade, orgoglioso delle proprie tradizioni ma soprattutto legato indissolubilmente alla terra, madre e origine di ogni civiltà.

Ogni trend è introdotto da un breve racconto emozionale e fantastico al quale fa seguito una descrizione più tecnica e esplicativa dei concetti chiave del tema. Segue, infine, la parte descrittiva di colori, materiali e accessori.

 

Top 30 projects

Lo sviluppo del progetto per la biblioteca Pinocchio a Collodi si concentra sulla creazione di un punto sociale per i bambini e gli abitanti della città. Come punto di partenza, abbiamo considerato la storia di Collodi e, in particolare, il modo in cui la favola di Pinocchio ha influenzato e dato forma alla città. Il progetto riunisce molteplici funzioni come luoghi di incontro, socializzazione, studio, esibizioni e performance.

Il punto focale del progetto è una serie di spazi pubblici che collegano i lati del fiume e forniscono un accesso all'area e alle strutture sia da Via delle Cartiere che da Via Pasquinelli. Il volume principale della nuova biblioteca, accanto alla vecchia cartiera, è costituito da un blocco sotterraneo lungo il fiume e da un corpo principale rettangolare fuori terra. Il muro di contenimento esistente lungo il fiume diventa parte integrante della facciata del piano sotterraneo, mentre il tetto è pensato come un giardino naturalmente integrato con il livello del terreno esistente. L’obbiettivo è quello di nascondere il grande volume che viene scoperto dai visitatori solo una volta che percorrono in lungo il fiume.

La copertura del nuovo negozio situato tra la biblioteca e la cartiera genera una serie di collegamenti coperti tra i vari edifici, dando vita ad una piazza pubblica che funge da ingresso dalla città al territorio. La continuità di questi spazi dal lato opposto del fiume è garantita da un ponte che conduce i visitatori all'auditorium, agli spazi multimediali, al bar e ad un parcheggio sotterraneo. Questi edifici insieme creano una seconda piazza che rappresenta un ulteriore punto di raccolta e spazio a servizio del cittadino. Un secondo collegamento tra le due sponde è dato da un corridoio che ospita uno spazio espositivo e attraversa il fiume a livello del 2 ° piano collegando la fabbrica di carta con l'edificio multimediale.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per il funzionamento e cookie analytics propri e di terzi al fine di effettuare statistiche e monitoraggi sull’utilizzo del sito.
Chiudendo o confermando questo avviso accetti l'uso dei cookie.